Carbonara con la zucca

Che bontà la zucca. Ora che siamo nella sua stagione potrei mangiarla tutti i giorni senza mai stancarmi. Giusto ieri sera studiavo le bevande con la sua purea e questo per dirvi della versatilità di questa verdura. Poi ci sono anche le famose torte americane che si possono fare. Mi sembra che gli americani usino tantissimo le zucche nella loro cucina. A volte esagerano con la quantità degli ingredienti, altre, mi danno delle idee molto carine per fare dei piatti diversi da quelli mediterranei ai quali la maggior parte di noi è abituata. Difficilmente quando cucino il salato mi attengo alle quantità scritte, io guardo gli ingredienti e ci gioco a modo mio. Avendo conoscenza della cucina base, non sbaglio quasi mai. E così è nata anche questa ricetta. Siete curiosi? Venite con me in cucina.

Per fare questa pasta vi serviranno:

  • spaghetti
  • olio EVO
  • zucca
  • scalogno
  • pancetta
  • parmigiano
  • pecorino
  • uova
  • sale
  • pepe
  • acqua di cottura

Sembrano tanti ingredienti ma è una pasta facilissima da fare. Non servono misure precise, andate a occhio, in base al vostro palato. Prendete una padella anti aderente larga dove avrete messo un po' di olio extra vergine di oliva e fate scaldare.

Sbucciate la zucca con un coltello affilato stando attenti a non farvi del male dato che la buccia della zucca è durissima e tagliatela a piccoli cubetti. E' importante per la cottura che siano della stessa grandezza, altrimenti avrete delle cotture differenti e non va bene. Una volta che l'olio è caldo fate rosolare la zucca (salandola naturalmente) per circa dieci minuti mescolandola spesso e quando sarà tenera aggiungete lo scalogno finemente tritato e fatelo cuocere fino a quando non diventerà trasparente, cinque minuti più o meno. Mettete tutte le verdure in un piatto a parte. Potete anche chiuderle con un coperchio per tenerle calde.

Nel frattempo fate bollire l'acqua per la pasta. Un trucco che ho imparato negli ultimi anni è come regolare il sale, ossia, per ogni 100 gr di pasta ci va un cucchiaino di sale grosso ma per sicurezza assaggiate l'acqua. Prendete un uovo a testa e sbattetelo in una ciotola mettendo dentro il sale, ovviamente il pepe, e io ci metto mezzo pecorino e mezzo parmigiano grattugiato ma questa è una vostra scelta. Se non amate particolarmente il pecorino per il suo gusto forte, non mettetelo. Fatelo vostro il piatto.

Dicevamo, l'acqua è sul fuoco ed è quasi tutto pronto. Nella stessa padella dove avete fatto saltare la zucca e che ora deve essere ben calda (metteteci un filo di olio e scaldatelo), fate rosolare a fuoco medio la pancetta a cubetti stando attenti a non farla bruciare. Quando avrete finito, spegnete il fuoco e rimettete in padella la zucca. A questo punto salate l'acqua della pasta, aggiungete gli spaghetti e fate cuocere spegnendo un minuto prima della fine di cottura mettendo da parte la sua acqua. Ora non ci resta che unire il tutto.

Padella anti aderente deve essere spenta. Questo è un passaggio fondamentale. Versate sulla zucca gli spaghetti e le uova nelle quali precedentemente avrete aggiunto acqua di cottura (questo vi eviterà di fare una frittata). Mescolate il più velocemente possibile. Se avete eseguito bene tutti i passaggi non sentirete neanche di avere l'uovo nella pasta che comunque resterà cremosa. Niente frittata! Diciamo no alla frittata! Io però vi dirò la verità di come sia andata a me. Una leggerissima frittatina si è formata e non riesco ancora a capire il motivo ma comunque è un piatto fenomenale per questa stagione che vi farà fare una bellissima figura. Servite la carbonara, anzi la sua variante, mentre è ancora bollente con una spolverata del formaggio che preferite e del pepe. Non mi resta che augurarvi buon pranzo e, alla prossima ricetta!

Home

CASINO'
Giochi Casinò


FILM
Shutter Island

Departures

Gatti Persiani

Habemus Papam

Lei

Oscar 2016

Il cittadino illustre


LIBRI
Il tempo che vorrei

E' una vita che ti aspetto

VARIE
Immagini divertenti

Graffiti creativi


RICETTE
Plumcake

Carbonara con zucca

Casino intorno